Cammino di Assisi - cammino ufficiale di San Francesco   Città del Cammino

”Vade Francisco et repara domum meam”

Link: Vita e opera di Francesco


7° Tappa Caprese - Sansepolcro

CAPRESE - SANSEPOLCRO

Si lascia il rifugio di Caprese, si torna all’incrocio sulla provinciale, si gira a destra e si scende per circa 1 chilometro e 700 metri fino al Ponte Sigerna; si attraversa e si procede sempre su strada asfaltata (poco traffico) fino al bivio a circa 1 chilometro e 300 metri. Si mantiene la destra per Baroti: la strada diventa sterrata; si incontra di nuovo un bivio e si mantiene la sinistra (Fungaia). Dopo 700 metri si incontra Cà Pigotti, si continua a salire e, a circa 650 metri, al bivio si mantiene la destra e ci si immette sul sentiero n. 2 del CAI: la salita è poco impegnativa e poco ombreggiata.
Si continua a seguire il sentiero 2 ben segnato, si supera sulla destra una torretta antincendio, si giunge ad un bivio dove si mantiene la destra; il sentiero comincia a discendere e, dopo 2 chilometri circa, si incontra un cantiere edile sulla destra ma, attenzione!, il sentiero si perde per via di una nuova sistemazione di confini. Si procede a fianco della nuova recinzione e, poco dopo, si sbocca in una strada ghiaiata. Si svolta a sinistra a Rocca Cignata (in alto sulla sinistra è visibile un rudere di torre) e si continua a scendere fino al bivio (2 chilometri e 200 metri). Si prende la strada asfaltata sulla destra, si attraversa il ponte sul lago e, dopo 900 metri (400 m dal ponte), si prende il sentiero n. 14 del CAI  sulla destra, che sale rapidamente a Calcinaia (a quota 450 m). Si prosegue per la salita che sbocca su strada asfaltata (1000 mt) a quota 500 metri. (*)Dall’altra parte della strada, il sentiero continua ancora in leggera salita e, dopo appena 300 metri, c'è un’area attrezzata che guarda sul lago di Montedoglio: un panorama splendido (se il cielo è terso). Il cammino continua ancora sul sentiero, in mezzo ad una piccola pineta, per circa 1 chilometro e 800 metri, prima di scendere di nuovo su strada asfaltata. Si svolta a destra e, dopo 50 metri, si riprende il sentiero sul lato opposto della strada in località Albiano, un vecchio borgo abbandonato. Ora il sentiero viaggia su di uno sterrato molto ombreggiato fino a Sansepolcro, affiancando culture agricole intercalate da piccoli laghi artificiali.
Se si vuole incontrare qualche borgo abitato si può percorrere una strada asfaltata parallela al sentiero (Vaio, Santa Croce, Falcigiano, Santa Fiora). Percorso 1 chilometro e mezzo da Albiano, all'altezza di un ponticello, il sentiero devia, mentre noi proseguiamo costeggiando sulla sx  un grande fossatone , che lo perdiamo dopo un Km dopo aver attraversato del ponte.  Percorsi circa 1,5 chilometri, la strada diventa asfaltata e al bivio (700 mt) si mantiene la sx procedendo sullo sterrato. Si continua seguendo lo sterrato che sfocia sulla provinciale per Anghiari, si gira a sinistra e, dopo 300 metri, la stessa sbocca sulla statale per Arezzo. Si svolta ancora a sinistra e, dopo 800 metri circa, si  svolta a dx su strada sterrata prima del sottopasso della E 45. Percorso 600 metri, si gira a sinistra al nuovo sottopasso. Si procede per altri 500 metri fino all'incrocio, si continua diritto (per 630 metri) su strada asfaltata, si passa dietro alla stazione, al passaggio a livello si gira a sinistra e si entra a Sansepolcro dalla Porta del Ponte.
Tempo di percorrenza: 6,00 – 7,00 ore.
 
(*) Fino a nuova comunicazione non seguire l’indicazione perché il sentiero per la pioggia si è danneggiato in due punti, quindi è meglio proseguire sulla strada asfaltata: praticamente si allunga di poco, ma in compenso si guadagna in dislivello. Si prosegue sulla strada e, dopo circa 2 chilometri, all’altezza di una curva a dx, si prende la carraia sterrata (freccia sul guard-rail) a fianco del guardrail a sinistra, segnalata ancora come sentiero n. 14 del CAI.

Linea pullman Sansepolcro- Cesena: orario ;trenitalia: orari

Pullman-Sita:Sansepolcro-Arezzo: Vai

Tappa successiva

Tappe

Home